Il progetto

Veneto ADAPT si propone, in generale, di individuare e sperimentare metodi e strumenti operativi per un’Europa più resiliente ai cambiamenti climatici.

In particolare, il progetto svilupperà una metodologia operativa replicabile per ottimizzare e rendere più efficace la capacità di risposta a livello regionale all’impatto dei cambiamenti climatici, con un’attenzione specifica al rischio idrogeologico, attraverso una rete qualificata di città del Veneto Centrale.

È coinvolta una conurbazione di circa 3,5 milioni di abitanti formata dai territori della Città metropolitana di Venezia e dei Comuni di Padova, Treviso, Vicenza, Cadoneghe, Curtarolo, Vigodarzere.

I numeri
di Veneto ADAPT

5 realtà territoriali con una popolazione complessiva di 3,5 milioni di abitanti (Città metropolitana di Venezia, Unione dei Comuni Medio Brenta, Comuni di Padova, Treviso e Vicenza) che condividono strategie e un approccio multilivello per la governance del territorio per l’adattamento ai cambiamenti climatici. Almeno 20 città italiane e 5 città in Europa che aderiscono al Patto dei Sindaci per il Clima ed Energia e 43 Piani di adattamento (PAESC) di Città realizzati per un totale di più di 1 milione di abitanti coinvolti.

 

Image
0
realtà territoriali
0,5
milioni di abitanti complessivi
0
città italiane coinvolte
0
città europee coinvolte
0
piani di adattamento di Città realizzati
0
milione di abitanti coinvolti

I risultati attesi
di Veneto ADAPT

  • Sviluppare e verificare una strategia integrata di area vasta per aumentare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici

  • Sviluppare un sistema di governance multi-livello, sia orizzontale delle strategie nei Comuni (tra città dell’area conurbata) che verticale nella Aree coinvolte (tra livelli di governance ed attori differenti)

  • Supportare gli Enti Locali nella transizione dal Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) al Piano d’Azione per l’Energia ed il Clima (PAESC) con l’ampliamento del Piano alle strategie ed azioni di adattamento ai cambiamenti climatici.

  • Promuovere e facilitare l’utilizzo della metodologia Veneto ADAPT da parte di altre città e Regioni sia in Italia che in Europa.

Le fasi del progetto
Veneto ADAPT

Il progetto, in sintesi, prevede due azioni preparatorie:
• A1 Dare forma ad una strategia di adattamento condivisa
• A2 Adattamento: valutazione dello stato dell’arte
Quattro azioni specifiche di implementazione:
• C1 Pianificazione di città resilienti: dai PAES ai PAESC
• C2 Sviluppo di strumenti di adattamento d’area vasta
• C3 Azioni pilota: realizzazione delle migliori pratiche per l’adattamento ai cambiamenti climatici
• C4 Replicabilità e trasferibilità
Un’azione di monitoraggio degli impatti:
• D1 Monitoraggio dell’impatto delle azioni del progetto
Un’azione di comunicazione:
• E1 Comunicazione e diffusione dei risultati
e infine l’Azione F di Gestione e monitoraggio dei progressi del progetto